• :

Frati Francescani in Capitolo

Lettera di presentazione

Carissimi fratelli, il Signore vi dia pace!

Con l’augurio di pace noi, Ministri Generali, apriamo questa lettera che segna un momento importante del nostro cammino verso l’ottavo Centenario del Perdono di Assisi (2016) ed il quinto Centenario della bolla di papa Leone X Ite vos detta anche “Bulla unionis” (2017).

Quando il 4 ottobre 2013 papa Francesco visitò Assisi e si recò presso la tomba di san Francesco, a noi ministri generali disse: “Bravi, dovete rimanere uniti!”. A noi Ministri Generali uniti intorno a Papa Francesco ai piedi del serafico Padre san Francesco e ai frati delle famiglie francescane di Assisi presenti in quel momento, queste semplici parole sono rimaste molto impresse.

Esse sono entrate particolarmente nel cuore dei frati delle famiglie francescane di Assisi trovandovi una conferma al loro desiderio sincero e profondo di camminare insieme e crescere nella comune vocazione e missione, suscitando, in modo profetico, l’idea di un sinodo delle famiglie francescane. Il sinodo vuole essere un itinerario condiviso che, prendendo spunto dalla memoria storica, passando per la riconciliazione e avvalendosi del dialogo e del discernimento fraterno, ci porti a scegliere e ad attuare insieme, in modo nuovo, iniziative di evangelizzazione. Le famiglie francescane di Assisi sono così giunte a pianificare insieme un itinerario di quattro anni (2015-5018), che auspicano essere solo la base, l’avvio di un processo da svilupparsi ulteriormente in futuro.

Noi Ministri Generali abbiamo colto una profonda sintonia tra questa iniziativa delle famiglie francescane di Assisi e le attese che il Santo Padre Francesco ha su di noi religiosi oggi, dichiarate nella recente Lettera Apostolica in occasione dell'Anno della Vita Consacrata (28.11.2014), a conferma della bontà di questa iniziativa che vogliamo coinvolga tutti i frati del mondo.

Cari fratelli, ciò che ha mosso le famiglie francescane di Assisi, presto condiviso e benedetto da noi Ministri Generali, vogliamo considerarlo “un soffio dello Spirito”, una “chiamata nuova” per tutti noi che seguiamo Gesù, aiutati anche dalla stessa Regola di san Francesco d’Assisi.

Vogliamo che, mentre i frati ad Assisi compiono il cammino che si sono proposti, tutto il nostro Ordine li guardi con attenzione e cerchi con creatività di seguire il loro esempio nel proporsi percorsi simili, a livello nazionale o regionale. In questo cammino saremo aiutati attraverso una serie di informazioni provenienti da Assisi, idee e suggerimenti da copiare o da cui prendere spunto per inventare qualcosa di significativo nei luoghi dove viviamo. Per alcune iniziative forti (una all’anno) vi inviteremo esplicitamente a partecipare, anche con la vostra presenza, all’evento.

Pertanto, invitiamo tutti e ciascuno a farsi responsabilmente carico di collaborare affinché questo progetto abbia buon fine, cominciando con la preghiera e la carità in azione, impegnando le risorse personali come componenti di un’unica grande famiglia religiosa.

Vostri Ministri e Servi

Fr. Marco Tasca, OFMConv
Presidente di turno CMG

Fr. Mauro Jöhri, OFMCapp

Fr. Michael A. Perry, OFM

Fr. Nicholas Polichnowski, TOR

Roma, 12 marzo 2015

X